Skip to content

Consuma di più un autolavaggio automatico o il lavaggio a mano?

Analizziamo il consumo per singolo lavaggio

Il consumo di acqua in un autolavaggio manuale può variare ampiamente a seconda dell’operatore, delle tecniche e degli strumenti utilizzati. Ecco alcuni punti chiave per confrontare il consumo di acqua tra autolavaggio manuale e automatico:

Autolavaggio Manuale

  • Consumo variabile: Lavare un’auto manualmente può consumare da 200 a 600 litri d’acqua per auto. Questo consumo è influenzato da fattori come la durata del lavaggio, la grandezza del veicolo e l’efficienza nell’uso dell’acqua (ad esempio, utilizzando secchi invece di sola acqua corrente).
  • Nessun riciclo ed inquinamento del suolo: A differenza degli autolavaggi professionali che spesso hanno sistemi per trattare e filtrare l’acqua sporca prima che venga scaricata, l’acqua utilizzata nel lavaggio a mano di solito finisce direttamente nelle fognature stradali. Queste acque di scarico poi possono finire in fiumi, laghi o oceani senza essere trattate, portando con sé oli, grassi, metalli pesanti e altri inquinanti.
  • Tendenza a maggior consumo: In genere, i lavaggi manuali tendono a consumare più acqua rispetto a quelli automatici efficienti, soprattutto se non si adottano pratiche di risparmio dell’acqua.

Autolavaggio Automatico

  • Consumo standardizzato: Gli autolavaggi automatici di ultima generazione hanno un consumo d’acqua standardizzato, generalmente tra i 100-150 per veicolo, a seconda del tipo di impianto.
  • Riciclo dell’acqua: Molti autolavaggi automatici utilizzano sistemi di riciclo che trattano e riutilizzano fino al 90% dell’acqua, riducendo drasticamente il consumo complessivo.
  • Efficienza tecnologica: Gli autolavaggi automatici moderni implementano ugelli e pompe a bassa portata che ottimizzano l’uso dell’acqua spruzzandola sotto pressione, consentendo di massimizzare l’efficacia del lavaggio riducendo al minimo il volume d’acqua utilizzato. 

 

In sintesi, l’evoluzione tecnologica degli autolavaggi automatici ha portato a sviluppi significativi nella gestione e nel riciclo dell’acqua, rendendo questi sistemi nettamente più efficienti in termini di consumo idrico per veicolo rispetto al passato. In particolare, gli impianti di Favagrossa rappresentano un esempio emblematico di come l’innovazione possa contribuire alla sostenibilità ambientale nell’industria dell’autolavaggio. Questi impianti sono dotati di sistemi avanzati di riciclo dell’acqua che, attraverso processi di filtrazione sofisticati, permettono di purificare l’acqua utilizzata nei lavaggi, riducendone il consumo complessivo. Il processo non solo garantisce un’eccezionale qualità di lavaggio ma anche un notevole risparmio di acqua, evidenziando l’impegno dell’azienda verso pratiche eco-sostenibili.

 

Trova la spazzola
che fa per te!